La Rotonda è salva!

Giovedì 23 giugno il Comune di Ragusa, per mezzo dell’assessore allo sviluppo economico, ha comunicato l’abbandono del progetto di installare alla Rotonda “Maria Occhipinti” una struttura del Movimento Azzurro comprendente panineria, spazio ristoro, rimessa biciclette elettriche, schermo gigante, pannelli in plexiglas. La protesta dei cittadini, nel momento in cui è passata dal mugugno alle prime forme di rifiuto organizzato, è stata sufficiente a bloccare il tentativo di privatizzare la Rotonda espropriando ai cittadini uno dei rari luoghi di incontro del quartiere centro e il belvedere più suggestivo di Ragusa. Ora aspettiamo che smantellino le transenne e le bandiere dalla Rotonda.

Dopo il presidio di mercoledì 15 e la costituzione del Comitato “Giù la mani dalla Rotonda”, moltissimi cittadini si sono sensibilizzati sul grave misfatto che stava interessando il centro storico. Ancora prima di cominciare con i banchetti in via Roma, a Ibla, a Marina e al Mercato, negli esercizi commerciali della zona erano state raccolte centinaia di firme in calce alla petizione di protesta.

Questa vittoria c’insegna che non bisogna mai dare nulla per scontato; che le decisioni dell’amministrazione comunale, se ritenute devastanti, possono essere combattute e bloccate; che i cittadini devono cominciare a pensare che nulla dev’essere calato sulla loro testa, ma ad essi spetta l’ultima parola.

Il Gruppo Anarchico di Ragusa, che ha interpretato il malcontento e il disagio del quartiere e della città, nell’esprimere soddisfazione per l’esito della vicenda, grazie alla grande partecipazione popolare, invita tutti a non abbassare la guardia, e a esigere per la Rotonda interventi migliorativi a basso impatto, che ne valorizzino le caratteristiche e la funzionalità di spazio a disposizione di tutti.

Gruppo Anarchico di Ragusa

Via G. B. Odierna, 212 – www.sicilialibertaria.it[email protected] – 24/6/2011

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.