Inaugurazione sede

inaugurazione

Circa ottanta di compagni tra locali e altri provenienti da varie province dell’isola, (ma c’era anche un gruppo da Milano), hanno preso parte il 6 gennaio all’inaugurazione della nuova sede del gruppo anarchico di Ragusa, in via Garibaldi 2 /A.
Una presenza carica di fraternità e solidarietà, in una serata che ha permesso a molti giovani di conoscere molti “vecchi”, dando vita ad una serie di incontri e di scambi interessanti, mentre la sede era troppo piccola per contenerli tutti. Pippo Gurrieri si è occupato di intrattenere i compagni con un discorso inaugurale; ha ringraziato i presenti e quanti hanno lavorato al trasloco, poi tutti coloro che hanno sottoscritto fino ad ora per rendere possibile questo progetto. Un pensiero particolare è stato per Franco Leggio, la cui militanza è alla base di tutto quanto oggi si riconosce nell’anarchismo ragusano. Subito dopo ha ripercorso le tappe del lungo cammino del movimento anarchico in terra iblea, dal ferroviere Emanuele Gulì, che nel 1893 a Vittoria gettò le basi per la sua nascita, a Giorgio Nabita, che nella stessa cittadina tenne alta la bandiera dell’anarchia fino al 1938, a Giuseppe Alticozzi, anima dell’anarchismo provinciale nel dopoguerra, il quale, nella sua Modica, fu artefice di un periodo unico di attivismo e di propaganda, a Franco Leggio, che in città, ma anche in giro per l’Italia, la Francia, la Spagna, fu coerente militante di mille battaglie, fondatore delle edizioni La Fiaccola e punto di riferimento sul piano nazionale per migliaia di anarchici e simpatizzanti. Subito dopo il brindisi, il sorteggio della lotteria di autofinanziamento e poi il buffet, seguito dai canti anarchici di Nicoletta Fiorina e Santo Catanuto, accompagnati in coro dai presenti.
La sede, dove ancora fervono i lavori per il definitivo assestamento, soprattutto la stanza dove sorgerà l’Archivio Storico degli Anarchici Siciliani, è comunque già una realtà, una vera conquista da parte degli anarchici. La sottoscrizione (compreso i prestiti di alcuni compagni e la vendita dei libri in offerta) ha già raggiunto l’obiettivo del 50%. Ci sono ancora tre mesi e mezzo per raccogliere gli altri 11.000 euro occorrenti. Confidiamo nei singoli compagni, nei gruppi, nelle federazioni, che invitiamo ad attivarsi con qualsiasi mezzo e idea perché questo obiettivo possa essere definitivamente raggiunto.
Gruppo anarchico di Ragusa

Come si può contribuire all’acquisto della sede

La sottoscrizione Abbiamo tempo fino ad aprile per coprire questa cifra; il sistema più semplice è quello di prendere parte alla sottoscrizione, e farla decollare definitivamente; contiamo molto su questo, perché la sottoscrizione è fino ad oggi andata a rilento in mancanza di un obiettivo ravvicinato, che invece adesso c’è. I prestiti Ma facciamo appello anche a piccoli (e grandi) prestiti, che ci impegniamo a restituire in tempi decenti, e comunque da concordare, i quali però ci permetterebbero di raggiungere la mèta più facilmente e celermente. Naturalmente, a chi ci metterà a disposizione somme in denaro daremo tutte le garanzie richieste, oltre, ovviamente, la nostra parola di compagni. Iniziative locali Sul piano locale stiamo mettendo in campo una serie di iniziative che potrebbero farci incamerare un po’ di euro: delle cene sociali a sottoscrizione; una lotteria che apriremo già da novembre e che chiuderemo il prossimo 6 gennaio (che non è la data della famigerata lotteria nazionale, ma quella della rivolta antimilitarista del “Non si parte”, cui è fortemente legata la nostra storia); ci trasferiremo entro il mese di dicembre, il tempo di effettuare i lavori necessari nei nuovi locali, quindi il 6 gennaio contiamo di organizzare una festa per inaugurare la sede. Il contributo delle edizioni Come edizioni La Fiaccola e Sicilia Punto L stiamo approntando dei “pacchi propaganda”, cioè a dire dei pacchi di libri a nostra scelta, con più copie per titolo (da 3 a 5), del valore di 300 euro, che saranno acquistabili a soli 100 euro; questa iniziativa è particolarmente rivolta ai gruppi e a quei compagni che svolgono attività di diffusione del materiale di propaganda. Inoltre è possibile scegliere dai nostri cataloghi (che si trovano aggiornati sul sito www.sicilialibertaria.it) titoli singoli per un valore complessivo di 120 euro, acquistabili al prezzo di 50 euro(“pacco offerta”). Infine sarà disponibile anche un “pacco cultura” che conterrà 6 libri di cinema, 6 di poesia, 1 di musica, 4 di letteratura e romanzi, 1 di teatro, il dvd “Franco Leggio un anarchico di Ragusa”, e il CD musicale “Don Luiggi e altri canti a-sociali”; il valore del pacco è di 179 euro,e anche questo viene offerto a 50 euro. Queste offerte sono valide fino al mese di aprile; occorre il pagamento anticipato oppure contrassegno, più 8 euro di spese di spedizione. Proposte oltre Ragusa e lo Stretto Ci rivolgiamo accoratamente ai compagni, ai gruppi, ai circoli, alle associazioni e a tutte le realtà anarchiche perché ci diano una mano nel raggiungimento di questo obiettivo storico, organizzando per noi feste, cene e quant’altro ritengano utile e fattibile per raccogliere fondi. Nostri compagni sono disponibili a prendere parte a queste iniziative per presentare il progetto di acquisto della sede, parlare dell’anarchismo ragusano e siciliano, insomma esportare fuori Ragusa l’esperienza degli anarchici di questa terra, di ieri e di oggi.

Se tutto quello che abbiamo qui elencato funzionerà (ma sono ben accette altre idee e proposte), fra sei mesi avremo chiuso i conti e i locali saranno definitivamente nostri, cioè del movimento anarchico. Per i versamenti si può utilizzare il conto corrente postale n. 10167971 intestato a Giuseppe Gurrieri – Ragusa; chi vuole, può richiederci anche un iban per eventuali bonifici bancari. Per qualsiasi informazione telefonare allo 0932 651612 (Pippo e Letizia), oppure utilizzare l’indirizzo mail [email protected]

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.