Secondo volume delle opere complete di Malatesta

Dopo il il volume ‘Un lavoro lungo e paziente’ dedicato al socialismo
anarchico dell’Agitazione (1897-1898), primo testo delle Opere
complete di Errico Malatesta, curate da Davide Turcato, edito nel
giugno del 2011, è ora uscito, sempre per Zero in Condotta e La
Fiaccola

“VERSO L’ANARCHIA”
Malatesta in America
1899-1900
con un Saggio introduttivo di Nunzio Pernicone, noto studioso
dell’anarchismo americano

Relegato a domicilio coatto dopo i moti del pane del 1898, nell’aprile
1899 Malatesta evade. Dopo una breve permanenza a Londra, intraprende
in agosto un soggiorno di otto mesi negli Stati Uniti, dove assume la
direzione della Questione Sociale di Paterson, voce superstite dell’anarchismo
italiano nel mondo. La lezione dell’esperienza induce Malatesta a operare
in questo periodo una radicale svolta tattica, propugnando un’alleanza tra i
partiti rivoluzionari per un’insurrezione che rovesci la monarchia sabauda,
“l’ostacolo che impedisce qualsiasi progresso”. Al tempo stesso egli chiarisce
che “non si tratta di fare l’anarchia oggi, o domani o tra dieci secoli; ma di
camminare verso l’anarchia oggi, domani e sempre”. Coniugando coerenza
teorica e pragmatismo, Malatesta getta così le basi feconde di una originale
visione gradualista dell’anarchismo. Dalle colonne della Questione Sociale
egli affronta inoltre una quantità di altri temi: il programma anarchico,
l’organizzazione, l’involuzione borghese del socialismo, la libertà come
metodo, il problema dell’amore, il diritto di giudicare. Attraverso articoli
sulla realtà americana, interviste e resoconti inediti di conferenze
in francese
e spagnolo, fra cui quelle tenute a Cuba nel marzo 1900, questo volume
testimonia infine la dimensione transnazionale dell’attività di Malatesta,
la sua ampiezza di vedute e di esperienze, e il suo ruolo di spicco nei
movimenti operai e anarchici sull’una e l’altra sponda dell’oceano Atlantico.

Errico Malatesta nasce a S. Maria Capua Vetere il 4 dicembre
1853. Internazionalista anarchico dal 1871,
partecipa al Congresso di St. Imier del 1872,
atto di nascita del movimento anarchico.
È protagonista dei momenti di più intensa
lotta sociale del successivo mezzo secolo in Italia:
l’insurrezione del Matese del 1877, i moti del pane
del 1898, la Settimana Rossa del 1914, il biennio
rosso del 1919-20. Vive la maggior parte della vita
adulta all’estero da esule e lavoratore manuale,
in paesi di forte emigrazione italiana e presenza
anarchica: Francia, Belgio, Svizzera ed Egitto
(1878-82), Argentina (1885-89), Stati Uniti
(1899-1900), Inghilterra (1889-97, 1900-13,
1914-19). Amato dai compagni, rispettato dagli
avversari e temuto dai nemici, contribuisce al
movimento anarchico con l’azione e col pensiero.
Opuscoli di propaganda come Fra Contadini,
L’Anarchia e Al Caffè hanno avuto innumerevoli ristampe.
Tuttavia il suo pensiero è soprattutto affidato alla miriade di
articoli disseminati nella stampa anarchica. Periodici da lui redatti
come L’Associazione, L’Agitazione, Volontà, Umanità Nova e Pensiero e
volontà sono tra i più significativi della storia del pensiero
anarchico: Malatesta muore a Roma il 22 luglio 1932.

Il volume costa 18 euro e può essere richiesto a:

Zero in condotta
[email protected]
Casella Postale 17127 – MI 67, 20128 Milano
cell. 3471455118
conto corrente postale 98985831 intestato a Zero in Condotta, Milano

oppure a
Associazione Culturale Sicilia Punto L
vico L.Imposa 4, 97100 Ragusa
[email protected]

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.